Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Tutto su mia madre

La colpa è tutta di Nanni Moretti. https://manginobrioches.wordpress.com/
Io ero lì, tranquilla (insomma), a lavorare. Sì, è vero: avevo il cuore già perciato (per non parlanti la koinè meridionale: perciato vuol dire bucato, ma con un surplus di dolore, di forza cruda nel fare quel buco, di spargimento di sangue) per la faccenda di Andrea Cisternino, il Greeksfotografo italiano che s’era messo in mente di proteggere cani e gatti in Ucraina, dove nessuno protegge nemmeno gli uomini, e una banda di degenerati ha incendiato il suo Rifugio Italia, facendo bruciare vivi 75 tra cani e gatti, creature indifese che avevano appena preso a fidarsi degli uomini (sbagliatissimo, dalla prima selce scheggiata in qui). Insomma, il mio cuore, molto facilmente perciabile, era appunto più perciato del solito, quando mi capita tra le mani tutto un lunghissimo pezzo dell’Ansa sul nuovo film di Moretti, regista che io ho in somma antipatia da quando mi ricordo, praticamente dalla collina di “Ecce Bombo” (unica scena che salvo perché l’ho vissuta per circa quindici anni, ogni estate nel rifugio cistercense di Bagnara dove i miei mi rinchiudevano a fare a tu per tu con un’alba che non arrivava mai, e restavamo eccebombati per sempre).

Leggi tutto

Dell’essere Charlie, bambine nigeriane, Ahmed, varie ed eventuali

No, perché già la faccenda dell‘identità è un gran casino, e tutti questi “Je Suis”a cui la sottoscritta ha aderito con furibonda passione sono diventati, in pochi giorni, ingovernabili (che poi non so concepire, a dirla tutta, un’identità che non sia caotica, affollata come la cucina delle zie il giorno di Vigilia, altrettanto speziata ebabelica)(bell’aggettivo, babelico: mi piace fino dalle elementari). In fin dei conti, mi chiedo, ma chi suis, je? E onestamente il problema non è avere poche risposte, o nessuna, ma averne troppe.

manginobrioches

Leggi tutto

La striscia di Gaza arriva fino a Lampedusa

Vi confesso, miei quindici amati lettori, che sono confusa come non mi capita spesso (e sì che vivo in Italia, anzi al Sud, anzi in Sicilia, e voto a sinistra, quindi sono abituata al surrealismo magico-tragico). Ecco, questa sarebbe una soluzioneQuesta cosa dei ragazzi e dei bambini, palestinesi e anche israeliani, che muoiono (colpiti da razzi, bombardati in casa, rapiti e bruciati vivi, rapiti e bruciati morti, esposti milioni di volte nelle vetrine pro e contro di tutto il subcontinente mediatico globale) sta qui come un chiodino, di quelli che ti fanno male ogni volta che ti muovi. 

Leggi tutto

Chi sono

Antonella Monastra è palermitana e nata nel ‘56. E’ ginecologa responsabile del Consultorio Familiare ...
Continua a leggere

Registrati

Contatti

mail2INDIRIZZO MAIL

fb icon 325x325    Twitter logo blue