Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE - B

COMUNE DI PALERMO

CITTA' PER LA PACE

 

GRUPPO CONSILIARE  “ORA-SEDIE VOLANTI”

Piazza Pretoria n. 1 – 90100 Palermo

Telefono: 0917402273/2276 -  Fax: 0917402290

 

Emendamenti

 

alla

 

PROPOSTA  DI  PROVVEDIMENTO DELIBERATIVO  DI  CONSIGLIO  COMUNALE

 

Avente il seguente oggetto:

APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE AI SENSI DEL D.LGS. N. 267/2000. RIPROPOSIZIONE

Emendamento  B

Leggi tutto

Emendamento Fondo per microcredito a donne vittime di violenza

Emendamento Bilancio di previsione 2012
COMUNE DI PALERMO
CITTA' PER LA PACE

GRUPPO CONSILIARE
“Ora Palermo - Sedievolanti”
Piazza Pretoria n. 1 – 90100 Palermo

Telefono: 091.7402276 -  Fax: 091.7402290
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



EMENDAMENTI

alla

PROPOSTA  DI  DELIBERAZIONE  DI  CONSIGLIO  COMUNALE
AREG/276337 – 10/04/2012


AVENTE IL SEGUENTE OGGETTO:
APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2012, BILANCIO PLURIENNALE 2012/2014 E RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012/2014.

Emendamento  b


La violenza contro le donne è uno dei fenomeni mondiali più devastanti ancora non sufficientemente riconosciuto e denunciato. Esso si sviluppa soprattutto nell’ambito dei rapporti familiari e coinvolge donne in tutti i paesi, attraversa tutte le culture, le classi sociali, le etnie, i livelli di istruzione, i livelli economici e tutte le fasce di età; continua a produrre morti, torture e mutilazioni, sia fisiche che psicologiche, sia sessuali che economiche ed è una delle violazioni dei diritti umani più diffuse. Per secoli è rimasto un problema invisibile, senza nome, anche se molto presente nella quotidianità delle donne.
Purtroppo si picchia, si violenta e si uccide ancora. Le statistiche comunitarie rilevano che la violenza contro le donne rappresenta la prima causa di morte delle donne nella fascia di età tra i 16 e i 50 anni. In Italia gli omicidi scaturiti dalla violenza di genere sono anche superiori agli omicidi per mafia: muore una donna ogni due giorni.
E’ accaduto qualche giorno fa e continuerà ad accadere se le Istituzioni non porranno in essere strategie d’intervento concrete ed efficaci sul piano dell’educazione, della prevenzione, della tutela e della cura delle vittime.
Riconoscendo, pertanto, la violenza di genere un attacco all’inviolabilità della persona ed alla sua libertà, al fine di contrastare efficacemente la violenza di genere in linea con i principi sanciti dalla Costituzione Italiana, con la normativa internazionale e comunitaria, compresa quella italiana, con le Risoluzioni dell’ONU, dell’OMS, dell'Unione Europea, l’Amministrazione comunale stanzia e destina la somma di € 40.000,00 per l’istituzione di un Fondo per il Microcredito rivolto alle donne vittime di violenza come risposta immediata e strumento finanziario necessario per avviare attività lavorative e microimprese.

Emendamento fondo per donne vittime di violenza

Emendamento Bilancio di previsione 2012

COMUNE DI PALERMO
CITTA' PER LA PACE

GRUPPO CONSILIARE
“Ora Palermo - Sedievolanti”
Piazza Pretoria n. 1 – 90100 Palermo

Telefono: 091.7402276 -  Fax: 091.7402290
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



EMENDAMENTI

alla

PROPOSTA  DI  DELIBERAZIONE  DI  CONSIGLIO  COMUNALE
AREG/276337 – 10/04/2012


AVENTE IL SEGUENTE OGGETTO:
APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2012, BILANCIO PLURIENNALE 2012/2014 E RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA 2012/2014.

Emendamento  a


La violenza contro le donne è uno dei fenomeni mondiali più devastanti ancora non sufficientemente riconosciuto e denunciato. Esso si sviluppa soprattutto nell’ambito dei rapporti familiari e coinvolge donne in tutti i paesi, attraversa tutte le culture, le classi sociali, le etnie, i livelli di istruzione, i livelli economici e tutte le fasce di età; continua a produrre morti, torture e mutilazioni, sia fisiche che psicologiche, sia sessuali che economiche ed è una delle violazioni dei diritti umani più diffuse. Per secoli è rimasto un problema invisibile, senza nome, anche se molto presente nella quotidianità delle donne.
Purtroppo si picchia, si violenta e si uccide ancora. Le statistiche comunitarie rilevano che la violenza contro le donne rappresenta la prima causa di morte delle donne nella fascia di età tra i 16 e i 50 anni. In Italia gli omicidi scaturiti dalla violenza di genere sono anche superiori agli omicidi per mafia: muore una donna ogni due giorni.
E’ accaduto qualche giorno fa e continuerà ad accadere se le Istituzioni non porranno in essere strategie d’intervento concrete ed efficaci sul piano dell’educazione, della prevenzione, della tutela e della cura delle vittime.
Riconoscendo, pertanto, la violenza di genere un attacco all’inviolabilità della persona ed alla sua libertà, al fine di contrastare efficacemente la violenza di genere in linea con i principi sanciti dalla Costituzione Italiana, con la normativa internazionale e comunitaria, compresa quella italiana, con le Risoluzioni dell’ONU, dell’OMS, dell'Unione Europea, l’Amministrazione comunale stanzia e destina la somma di € 40.000,00 per l’istituzione di un Fondo di sostegno alle donne che avviano un percorso di fuoriuscita dalla violenza di genere.

LUTTO CITTADINO PER NOURREDINE

Prot.34                                                                                                  Palermo, 21 febbraio 2011
Oggetto: Richiesta di proclamazione di lutto cittadino per la morte di Noureddine Adnane.


AL  SIG. SINDACO

Leggi tutto

ALL'ASS.CHINNICI SUI BENI CONFISCATI

Lettera aperta all’Assessore regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica
Dott.ssa Caterina Chinnici

Palermo, 5 marzo 2010

Chiarissima Dott.ssa Chinnici,
si è appreso da alcuni recentissimi servizi televisivi della giornalista Stefania Petyx, trasmessi durante la  popolare trasmissione “Striscia la notizia”, che sembrerebbero esservi da parte dell’amministrazione del Comune di Palermo aspetti poco chiari nell’assegnazione e gestione dei beni confiscati e nel mancato controllo di tali assegnazioni e soprattutto del loro effettivo utilizzo.

Leggi tutto

Chi sono

Antonella Monastra è palermitana e nata nel ‘56. E’ ginecologa responsabile del Consultorio Familiare ...
Continua a leggere

Registrati

Contatti

mail2INDIRIZZO MAIL

fb icon 325x325    Twitter logo blue